Uomo nuovo

by Alba Caduca

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €4 EUR  or more

     

  • Full Digital Discography

    Get all 3 Alba Caduca releases available on Bandcamp and save 30%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of Uomo nuovo, Babele, and Ciò che resta. , and , .

      €7 EUR or more (30% OFF)

     

1.
03:41
2.
04:22
3.
05:13
4.
5.
6.
7.
8.
03:02
9.
10.
04:50

about

ALBA CADUCA:
Massimo Dubini: voce
Massimo Cisilino: basso e cori
Elena Feragotto: chitarre
Giulio D'Agosto: batteria e cori

OSPITI:
Sone Ernest Ekukole: voci in Exodant
Matteo Dainese: cori in Buco di Pietra
Matteo Dainese: percussioni su Non Ti Basta
Lucia Violetta Gasti: violino in Aniel e Prenderti Mai

credits

released March 14, 2015

----------------- ALBUM CREDITS -----------------

MUSICA E TESTI di Alba Caduca

ARRANGIAMENTI di Matteo Dainese & Alba Caduca

REGISTRATO da Matteo Dainese presso la dimora Dainese a Udine - marzo/aprile 2014, tranne riprese di basso e batteria presso il Mashroom Studio di Enrico Berto a Frisanco (PN) - febbraio 2014

EDITING: Matteo Dainese - maggio 2014

MIXATO presso il Moscow Studio da Davide Massussi, Matteo Dainese e Alba Caduca a Terenzano (UD) - giugno 2014

MASTERIZZATO da Carl Saff a Chicago (USA) - luglio 2014

----------------- BIOGRAFIA -----------------

Gli Alba Caduca sono un gruppo friulano attivo dalla metà degli anni duemila che propone un rock italiano permeato da uno stile energico ed allo stesso tempo melodico.
All'attivo vedono tre dischi autoprodotti che hanno riscontrato nella critica commenti più che positivi, ottenendo ottime recensioni e passaggi su diverse emittenti locali e nazionali.
La band, che da sempre esprime il suo massimo potenziale dal vivo, (una settantina di date all’attivo) si presenta sul palco in una serie di eventi live nell'ambito di rassegne e concorsi, esibendosi presso locali, club e festival che gli permettono di dividere il palco, tra gli altri, con Modena City Ramblers e Motel Connection. Da annoverare anche un piccolo tour in Bosnia Erzegovina.
Sempre apprezzati sono l'originalità delle composizioni e l'impatto del sound, sia dal pubblico che degli addetti ai lavori.

Contrapposto ad una fase più sperimentale dei precedenti lavori, con il nuovo disco il gruppo si sposta verso una maggiore linearità, conferendosi compattezza e trovando soluzioni più dirette, anche grazie alla collaborazione di Matteo Dainese (Ulan Bator, Il Cane)

----------------- CONTATTI -----------------
info@albacaduca.it
www.albacaduca.it
www.facebook.com/albacaduca

tags

license

all rights reserved

about

Alba Caduca Italy

Gli Alba Caduca sono un gruppo friulano che propone un rock italiano permeato da uno stile energico ed allo stesso tempo melodico. Il gruppo da sempre esprime il suo massimo potenziale dal vivo, facendosi sempre apprezzare per l'originalità delle composizioni e per l'impatto del sound. ... more

contact / help

Contact Alba Caduca

Streaming and
Download help

Track Name: Vivo
Con l’acqua alla gola boccheggio
anni spesi in mutui di cemento
family family costruire, Panem et circenses poi...poi morire!
Precarietà e fantasmi stanno lì a succhiare
il sangue che ribolle e il giorno è sempre uguale
tutti sanno cosa dire cosa fare
io non so nemmeno dove trovare silenzio, lavoro!

D come Dio denaro ha il posto fisso e le scarpine di raso
l’umanità all'ingrasso da controllare tutti nelle gabbie a cercare una chiave.
P come padre padrone adesso gioca a fare il benefattore
cambia le parole svecchiando i concetti mi dice che il suo bene è ricchezza per tutti.

E mentre conti gli utili sento il mio fegato chiedere pietà
e mentre provi a spegnermi, attento sono ancora vivo!
Sottocosto, prono e chino sottomesso in nome di Dio mastica la semantica
e tu vuoi tornare al carbone! E io annaspo dentro al vapore…
sono ancora vivo!
ciò che mi hai tolto sarà ripreso
Vivo!
Track Name: NQO
Bianca cerca un’erezione accende la televisione cosa sceglierà?
un “tronista” emblematico, un plastico trittico non la soddisferà!
l’embargo mediatico dà shock anestetico, nessuna realtà
involucro apatico di un corpo pneumatico senza pneuma.
Fede scopre una prigione proprio fuori dal balcone sa che fuggirà
ma la censura della questura forse lo raggiungerà
Carlo sa il valore della libera espressione e non si arrenderà
fuori dalle mura tra un’estetica stupida il regime gli dirà

nessuno ti sentirà le tue grida, sono rinchiuse dentro in una scatola
nessuno mai scoprirà quel che pensi, ciò che dici la tua idea nella vacuità

piombo nero dentro il petto cade il velo del rispetto è l’autorità
a soffocare la sua voce che significa dignità
Neda corre verso il cielo sputa fuori il suo veleno inspira l’aria
la morte reale dona un soffio vitale insegna nuove verità
freddo gelo implode dentro freddo gelo…

qualcuno ti sentiràle tue grida il tuo sangue versato per la libertà
ognuno ricorderà ciò che hai fatto, il tuo gesto e la tua fine per l’eternità
la mia libertà se è nullità chi me la ridarà?
la mia libertà è nullità chi me la comprerà?
Cos’è la libertà? Non è niente! È un privilegio? È finché scelgo?
È ciò che compro? Una legge sulla carta?Un sostantivo? Un bel vestito?
qualcuno ti sentirà le tue grida, il tuo sangue versato per l’eternità
nessuno si scorderà quel che hai fatto, il coraggio, la tua morte per la libertà
Nessuno Qualcuno Ognuno
Track Name: Aniel
La luce dei tuoi giorni in voragini
è l’ordinario mondo dei giganti
comparse tra le lenzuola come vertigini
tu non hai mai tempo per ascoltarmi
ma non mi prenderete mai io sono oltre a voi

ehi madre sono qui vieni a prendermi
insegnami a capire senza poi soffrire
ho un mare dentro agli occhi
ehi madre sono qui vieni a prendermi
insegnami a capire senza poi soffrire
ho lacrime negli occhi

la luce dei tuoi giorni in voragini (dicono che non cambierà!)
inferni di rabbia e sale i miei sogni (dicono che non cambierà!)
chiuso fra due muri contrapposti (dicono che non cambierà che manca di autostima!)
ma non mi prenderete mai non sono come voi (che è complessato, alienato, un numero dimenticato)

gli uomini non si giudicano mai colpevoli
è questa la più grande delle meraviglie dell’età adulta?
tu guardami non trovi mai la forza prova a stringermi
insegnami ad amare almeno un po’ il futuro
ehi madre sono qui vieni a prendermi
insegnami a capire senza poi soffrire
ho un mare dentro agli occhi
ehi madre sono qui e vieni a prendermi
insegnami a capire senza poi soffrire
ho lacrime negli occhi
Track Name: Exodant (come un uomo sulla terra)
EXODANT [come un uomo sulla terra]

Io ero una pedina mi era proibito vivere
tu eri costretto a fare il soldato a uccidere
guarda la mia mano: sono solo un uomo!
Cos’è che ti manca, cos’è che ti angustia?
fratello parla, cos’è che ti brucia?
- a woungame // eba me eka // ehibe me -
[Proteggimi, dammi la mano, aiutami]
Sarà l’Europa sarà lavoro e dignità
il diritto a godere un po’di ciò che ci spetta
sarà l’America avremo pace ed equità
infine siamo tutti uomini sulla terra
Ho speso ciò che avevo rischiando il corpo e la vita
nei silenzi torturato fino in fondo all’anima
guarda le mie mani siamo o non siamo umani?
Cos’è che ti manca, cos’è che ti angustia?
fratello parla, cos’è che ti brucia?
- mounyong adii mounyong // mounyong mo a wo mounyong -
[L’uomo da solo è nulla // è uomo chi protegge l’altro uomo]
- mounyong adii ngen -
[tutti gli uomini sono uguali]
non senti quelle voci e quegli urli atroci
e quelle mani che scompaiono nel grembo dell’oscurità.
Non senti queste onde così pesanti e mosse
s’infrangono sul muro delle non concesse possibilità.
Non vedi quelle croci sui quei lidi fiochi
sulle spiagge che assomigliano un poco all’Africa.
Il paradiso dove sta? Il paradiso dove sta?
Il paradiso, il paradiso non è qua
- per pagar Caronte fino a queste sponde! -
mounyong mounyong adii ngen // mounyong mounyong mo awoungane muanyang eh
[L’uomo non è uomo se non aiuta l’altro uomo]
Track Name: Buco di pietra
L’esperienza è un’espressione irreale non ha valore
mi conformo per essere unico.
Io esisto finché appaio
perché ti aggiorno finchè ti pago
ho un milione di accensioni in questa scatola di fiammiferi.

(è un nuovo uomo!) Uomo nuovo rinnovati
cambia la moda, cambiano i profili
confondersi…confonditi!
schermo piatto rinnovati, cambia la moda, cambiano i profili
confondersi…confondimi!

In un buco di pietra com’eremiti di massa
cambiamo maschere cambiamo faccia.

All’homo videns tutto ride è invitabile
tu guarda come è inevitabile!
All’homo videns tutto è indifferente è ineluttabile
tu guarda come è ineluttabile!
(è un nuovo uomo!) Uomo nuovo rinnovati
cambia la moda, cambiano i profili
confondersi, confonditi
tutto è banale dentro me l’amore la morte vuoti a perdere
confondersi, confondimi

in un buco di pietra com’eremiti di massa!
Track Name: Scarti di stelle
grande e profondo è l’immenso
si espande si estende l’universo
che meraviglia la meraviglia.

Grande la fame del tempo
dio e la sua coltre di silenzio non ti salverà!

ma l’idea resta qua l’uomo passa lei resta qua.
È grande e profondo l’immenso si espande si estende l’universo
è grande profondo l’immenso!
(grande e profondo l’immenso si espande si estende l’immenso)
l’idea resta qua! (si espande si estende l’immenso)
grande e profondo è l’immenso
scarti di stelle, polvere di stelle
l’energia degli esseri
l’umanità e i suoi limiti
scarti di stelle in ciclicità
Track Name: Prenderti mai
Per quanto possa dire o riesca a fare
per quanto riesca a stringerti forte
la tua anima non arrivo mai a toccare tu…
vengo inondata di luce quando la fortuna è dalla mia parte…tu

non riuscirò mai a prenderti sei come…

nel mattino nella pioggia delle stagioni amare
cerco il risveglio di una possibile guarigione tu…
l’ebbrezza dei lidi sterminati del cielo fanno sognare tu…
ognuno di noi ha dentro i suoi buchi neri
ingoia stelle, nebulose e pensieri
e tu gravita, gravita intorno, gravita intorno

non riuscirò mai a prenderti
sei come il vento
Track Name: Vado in fa
La sveglia fa rumore, il cuore salta in aria
sei meno un quarto impreca!
La testa pensa male aiuta solo a camminare
un passo dietro l’altro e fuori il buio
non va mai via la monotonia

respirare sempre quello che non si stacca
fra capannelli di occhi senza lacrime
con la mente che cerca di scappare
cuori stanchi di dire sempre di sì

lo so, la paga non ha un senso
la vita e il tempo che mi rubi non han prezzo
ma ciò che conta dici sempre: è ciò che do! fuori i miei soldi e stop!
e fa che sia lobotomia
distanze e collere che bruciano nelle ossa
cercando un riscatto dentro al weekend
i ritmi meccanici e la disco mi fan rinsavire
ballo in estasi e fuori è di nuovo il buio
e vado in fa…
vado in fabbrica.
Track Name: No man's land
Tu ti giochi l’anima? Forse la mia è nascosta da sempre.
Vorrei farle conoscere, spogliarle tutte e capire poi
se puzzano, o se dormono o se assomigliano a quei fantasmi
perché un giorno sai strilleranno come schiave!

Dimmi dov’è la verità? Non c’è solo amore in profondità!

Non riesco ad andare a fondo, allora cerca d’essere più svelto
ci provo ma non sono pronto… non sono attento
e quindi mastica ingoia e vomita
ciò che in quest’inferno non è inferno e prova duplicarlo ancora!
vola tu ora vola. Vola!
(non c’è confine, tu ora vola)

il deserto è la verità quello non è amore in profondità!

ardo di sete e umanità no man’s land
dove l’ amore è verità. È per sempre!
non c’è confine dentro di te no man’s land
dove l’amore è verità. È per sempre!
non c’è confine. È per sempre!
(non c’è confine ed è per sempre)
non c’è confine dentro di te no man’s land
l’infinito!
Track Name: Non ti basta
Senza di lei non sei nella trendy-economy
con lei puoi essere un dio una divinità
senza di lei non puoi fare la guerra
senza di lei non fai l’amore hai dei limiti

la cerchi sempre intorno e non ti basta mai
sopra quello specchio e non ti basta mai

gioia malata veloce come il tempo che ti mastica
nulla di più infelice è la tua felicità
polvere degli angeli forfora dei diavoli
quello che ti donano è un bacio che prima o poi ti tradirà

la cerchi sempre intorno e non ti basta mai
con lei non hai limiti e non ti basta mai
e non ti basta mai e non ti basta mai…
era l’eroina, era l’eroina
fantasmi di eroina, paura ed eroina
è la cocaina il nulla e cocaina
sangue di cocaina